Antonino Drago pubblica « La non violenza come riforma della religiosità cristiana »

Antonino Drago, membro dell’Associazione e professore dell’Università di Napoli in pensione, ha appena pubblicato un libro dal titolo “La nonviolenza come riforma della religiosità cristiana”. Questo studio molto documentato considera che il pensiero di Lanza del Vasto sia una delle principali fonti alla base della rivoluzione spirituale in corso a livello mondiale.

Oltre cento anni dopo la nascita della non-violenza intesa come “arma spirituale” applicata alle lotte sociali (Johannesburg, 11 settembre 1909), e più di cinquanta anni dopo la sua introduzione nelle Chiese cristiane da parte di diversi maestri della non-violenza (Lanza del Vasto, Jean e Hildegard Goss, Martin Luther King, Don Milani), il nuovo libro di Antonino Drago desidera mostrare l’aspetto più innovativo, quello della sua capacità di rinnovamento radicale della vita spirituale e sociale, per suggerire la nascita di una nuova dottrina sociale cattolica, capace di affrontare i conflitti più significativi.

Di fronte ad una razza umana che, con i mezzi attuali della scienza e della tecnologia pensa di essere padrona di sé e dell’ambiente, questa riforma conduce il credente nell’età adulta, dandogli  piena coscienza della lotta fra il Male e il Bene che ne consegue, oltre che per sé, a tutti i livelli dell’organizzazione del “villaggio globale”, e riesce a suggerire i mezzi per poter “rispondere in piena coscienza e razionalmente al conflitto”.

Antonino Drago, laureato in Fisica all’Università di Pisa, ha insegnato la Storia della Fisica all’Università di Napoli, la Storia e le Tecniche della non-violenza all’Università di Firenze e la Difesa popolare non-violenta all’Università di Pisa.

Clicca qui per leggerne l’introduzione

Antonino Drago publie « La non violenza come riforma della religiosità cristiana »